Quando sarà il mio turno per il vaccino?

All’inizio di febbraio alcune regioni italiane hanno già cominciato a vaccinare gli over 80, ossia l’ultimo gruppo della prima fase. Visto l’avvicinarsi della seconda fase del piano di vaccinazioni, le nuove informazioni sul vaccino di AstraZeneca e le modifiche del piano di approvvigionamento, l’8 di febbraio è stato pubblicato il documento ” Le priorità per l’attuazione della seconda fase del Piano nazionale vaccini Covid-19 “  che stabilisce l’ordine di priorità delle vaccinazioni.

L’elenco consiste di 6 gruppi e il primo costituiscono i soggetti estremamente vulnerabili. A tale proposito, tutti quelli che non vedono l’ora di ritornare alla normalità si pongono una domanda: Quando sarà il mio turno?

Per rispondere a questa domanda abbiamo creato il calcolatore per l’attesa per il vaccino che permette di stimare quante persone ci sono davanti a te nella coda per il vaccino per il COVID-19 in Italia. Inoltre, questo strumento predice anche quanto potresti dover attendere per essere vaccinato e quando potresti ricevere la prima dosi. Tutto questo basandosi sul piano nazionale di vaccinazioni e l’andamento effettivo.

 

Quali sono le fasi e le relative categorie?

Fase 1:

  1. Operatori sanitari e sociosanitari.
  2. Ospiti e personale delle RSA.
  3. Persone da 80 anni in su.

Fase 2:

Categoria 1 Le persone estremamente vulnerabili, che hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di COVID-19, a partire dai 16 anni di età.

Categoria 2 Le persone di età compresa tra 75 e 79 anni.

Categoria 3 Le persone di età compresa tra i 70 e i 74 anni.

Categoria 4 Le persone con aumentato rischio clinico se infettate da COVID-19 di età compresa tra 16 e 69 anni.

Categoria 5 Le persone di età compresa tra i 55 e i 69 anni senza condizioni che aumentano il rischio clinico.

Categoria 6 Le persone di età compresa tra i 18 e 54 anni senza condizioni che aumentano il rischio clinico.

 

Nella Categoria 1 rientrano i soggetti affetti dalle seguenti patologie:

  • Malattie respiratorie
  • Malattie cardiocircolatorie
  • Condizioni neurologiche e disabilità
  • Diabete oppure altre endocrinopatie severe
  • Fibrosi cistica
  • Insufficienza renale oppure patologia renale
  • Malattie autoimmuni – immunodeficienze primitive
  • Malattia epatica
  • Malattie cerebrovascolari
  • Patologia oncologica ed emoglobinopatie
  • Sindrome di Down
  • Trapianto di organo solido
  • Grave obesità

Nella Categoria 4 rientrano i soggetti affetti dalle seguenti patologie (senza la connotazione di gravità della Categoria 1, ossia con il rischio di letalità inferiore):

  • Malattie respiratorie
  • Malattie cardiocircolatorie
  • Condizioni neurologiche e disabilità
  • Diabete oppure altre endocrinopatie
  • HIV
  • Insufficienza renale oppure patologia renale
  • Ipertensione arteriosa
  • Malattie autoimmuni oppure immunodeficienze primitive
  • Malattia epatica
  • Malattie cerebrovascolari
  • Patologia oncologica

 

Chi non dovrebbe essere vaccinato?

La vaccinazione contro il COVID-19 non è raccomandata solo ai bambini e ragazzi sotto i 16 anni. 👶👦👧

Ciò non deve sorprendere o sollevare dubbi sulla sicurezza, ma semplicemente i nuovi medicinali sono testati solo sugli adulti. Questa prescrizione potrebbe presto cambiare man mano che nuovi studi vengono pubblicati a riguardo.

Come usare il calcolatore per l’attesa per il vaccino contro il COVID-19

Segui questi passi per calcolare il tuo probabile posto nella coda per il vaccino per il COVID. La prima sezione è dedicata a te:

  1. Inserisci la tua età in anni. In generale più si è avanti con l’età, e prima si verrà chiamati per essere vaccinati.
  2. Sei operatore sanitario?
  3. Sei operatore sanitario in prima linea o sociosanitario? Ad es. infermiera, medico, ecc.
  4. Sei ospite o lavoratore di una RSA?
  5. Sei incinta?
  6. Sei una persona estremamente vulnerabile?
  7. Sei una persona con aumentato rischio clinico?
  8. Sei lavoratore dei servizi essenziali?

Riceverai una stima del minimo e massimo numero di persone che sono davanti a te nella coda per il vaccino. Il risultato indicherà anche quanto tempo potrebbe volerci prima che tu riceva entrambe le dosi di vaccino in base al tasso di vaccinazioni, venendo così completamente protetto. Di base, il calcolo utilizza un tasso di vaccinazione basato sul piano nazionale pari a 14 milioni dosi nel primo trimestre, e considera che il 70.79% della popolazione accetterà di farsi vaccinare. Puoi anche scegliere il tasso di vaccinazione basato sull’attuale andamento delle vaccinazioni, il quale viene aggiornato in maniera regolare. Per cambiare questi valori, vanno modificati i parametri della sezione sulla distribuzione del vaccino. Inoltre, è possibile personalizzare il tasso di vaccinazione.

Dover attendere il vaccino può essere frustrante, ma dando la priorità alle persone che rischiano conseguenze gravi permetterà di salvare molte vite con questa nuova, fantastica arma contro il virus.

Calcolatore per l'attesa per il vaccino contro il COVID-19
DOMANDE RICORRENTI ( FAQ )
Data di creazione  24 FEBBRAIO 2021

I vaccini per il COVID-19 sono sicuri?

I vaccini per il COVID-19 vengono approvati dall’EMA, l’Agenzia europea per i medicinali, solo dopo aver superato tutti i test di sicurezza. Si possono in ogni caso presentare degli effetti collaterali, come per ogni altro medicinale. In generale, il rischio di effetti collaterali dovuti al vaccino è molto minore delle possibili conseguenze del contrarre la malattia in forma grave.

Gli effetti collaterali includono: dolore al punto di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari, raffreddamento, dolore alle giunture e febbre. Alcune persone potrebbero anche avere un arrossamento del punto di iniezione e nausea. Molto raramente si possono verificare malessere e gonfiore dei linfonodi.

Dovrò continuare a portare una mascherina dopo essere stato vaccinato?

, dovrai continuare a portare la mascherina. In questa fase, non è ancora chiaro se il vaccino impedirà anche la trasmissione del virus. La situazione sarà simile alle persone che ora sono asintomatiche: sono ancora capaci di trasmettere il virus, pur non presentando sintomi. Ci si può aspettare che le restrizioni saranno alleviate solo quando la maggioranza delle persone saranno state vaccinate.

Di quante iniezioni di vaccino contro il COVID-19 avrò bisogno?

Praticamente tutti i vaccini approvati, o in via di sviluppo, contro il COVID-19 richiedono due iniezioni per essere efficaci. La seconda dose è somministrata tra le 3 e le 12 settimane, a seconda del vaccino. Per esempio, il vaccino Pfizer/BioNTech richiede due dosi a distanza di 21 giorni, mentre quello Oxford/AstraZaneca può richiedere fino a 12 settimane di distanza.

Devo farmi vaccinare anche se ho già avuto il COVID-19?

. Dopo aver avuto il COVID-19, il tuo corpo ha sviluppato una sorta di immunità naturale al virus, che ti protegge dal riammalarti. Tuttavia, le evidenze scientifiche suggeriscono che questa immunità potrebbe non durare a lungo. Nonostante non ci siano dati per sapere per quanto durerà l’immunità del vaccino, questa certamente è maggiore di quella data dalla sola guarigione.

 

Sono incinta o sto allattando, posso essere vaccinata?

Al momento, i dati su vaccino e gravidanza o allattamento sono molto limitati. La vaccinazione non è comunque sconsigliata, ma è bene consultare un medico per discutere i possibili pro e contro. L’Agenzia del farmaco (AIFA) fornisce ulteriori dettagli nelle sue FAQ.

Ci saranno abbastanza vaccini per tutti?

. Nonostante al momento siano ancora in produzione, l’Italia ha ordinato oltre 202 milioni di dosi di vaccino, sufficienti a coprire la popolazione intera.